Come aiutare te stesso con l'osteocondrosi

Osteocondrite della colonna vertebrale

Una vita sedentaria o, al contrario, sovraccarico fisico, traumi e disturbi della postura hanno un impatto negativo sulla colonna vertebrale. Il risultato è l'osteocondrosi, una malattia cronica degenerativa-distrofica delle vertebre e dei dischi intervertebrali. In un modo o nell'altro, la patologia è presente in ogni persona anziana, ma allo stesso tempo c'è una tendenza verso un'apparizione precoce della malattia - nelle persone di 30-40 anni. Nonostante il fatto che l'osteocondrosi sia una malattia irreversibile, le sue manifestazioni possono essere ridotte e la qualità della vita può essere notevolmente migliorata. Parleremo di cosa puoi fare dopo.



Cos'è l'osteocondrosi?

Con la malattia si nota la deformazione e la distruzione delle vertebre. Inoltre, si verificano cambiamenti atrofici nei dischi intervertebrali: si appiattiscono, si rompono e cessano di svolgere funzioni di assorbimento degli urti. Di conseguenza, i corpi vertebrali possono toccare e spremere le terminazioni nervose. La patologia è accompagnata da dolore, limitazione della mobilità articolare e altri sintomi.

A seconda dell'area della lesione, si distingue l'osteocondrosi delle regioni cervicale, toracica e lombare. Molto spesso, si verifica la malattia del primo e del terzo tipo - nelle zone di transizione delle parti statiche e mobili della colonna vertebrale. Sono le vertebre del collo e della parte bassa della schiena che subiscono un aumento dello stress e, di conseguenza, alterazioni degenerative.

Cause della malattia

L'inattività fisica e le cattive abitudini provocano la comparsa di osteocondrosi

L'osteocondrosi è spesso chiamata una malattia della civiltà. La vita di una persona moderna non richiede un'attività fisica vigorosa, quindi molte persone devono affrontare un problema come la riduzione del tono muscolare. I muscoli deboli non possono sostenere la colonna vertebrale nella posizione corretta e iniziano i problemi di postura. Se a ciò aggiungiamo i carichi statici sulla colonna vertebrale durante il lavoro sedentario o in piedi, così come l'eccesso di peso e le cattive abitudini, diventa chiara la ragione dello sviluppo dell'osteocondrosi in molte persone di età inferiore ai 40 anni.




La comparsa della malattia è facilitata da:

  • lesioni alla schiena;
  • sovraccarico sull'allenamento della forza irregolare;
  • chinarsi quando si cammina, l'abitudine di sedersi in modo non uniforme;
  • sollevamento frequente di pesi con carico sulla schiena e non sulle gambe;
  • carichi d'urto sulla colonna vertebrale (ad esempio, nei conducenti di trasporto).

Inoltre, l'osteocondrosi può verificarsi a causa di una predisposizione ereditaria, di alcune malattie del sistema endocrino e di altre malattie dell'apparato muscolo-scheletrico. Nel suo sviluppo, la patologia attraversa diverse fasi, quindi è molto importante prestare attenzione ai minimi cambiamenti nel benessere.

I sintomi dell'osteocondrosi

Uno dei sintomi dell'osteocondrosi è il mal di schiena.

La fase iniziale dello sviluppo della malattia è la condrosi. In questa fase, i cambiamenti degenerativi interessano solo i dischi intervertebrali. Pochi pazienti prestano attenzione ai sintomi della condrosi:

  • dolore minore e regolare alla schiena e al collo;
  • leggera difficoltà a girare la testa;
  • disturbi della postura (chinarsi, alzare una spalla rispetto all'altra, piegare la parte bassa della schiena in avanti, ecc. );
  • affaticabilità veloce.

Questi segni possono comparire in giovane età (20-25 anni), ma non causano gravi disagi. I sintomi più pronunciati dell'osteocondrosi compaiono dopo circa 35 anni a causa dello sviluppo di complicanze. In questo caso, i pazienti notano già un forte dolore, che può essere locale e distante.

In caso di danno al rachide cervicale

In caso di danno alla colonna lombare

  • tinnito, vertigini;
  • deterioramento della vista;
  • dolore pulsante nella parte posteriore della testa e nella regione parietale;
  • intorpidimento e tensione al collo al mattino;
  • disturbi del linguaggio, diminuzione della sensibilità della lingua;
  • dolore e intorpidimento nell'area delle clavicole e delle spalle;
  • irradiando dolore dal collo e dalla scapola al gomito e alle dita.
  • tirando, a volte dolori acuti nella parte bassa della schiena e nell'osso sacro, che non scompaiono nemmeno di notte;
  • se è interessato il nervo sciatico, la sindrome del dolore si irradia ai fianchi;
  • formicolio e intorpidimento nella zona pelvica;
  • limitazione della mobilità, difficoltà a camminare, cambiamento della posizione del corpo in posizione supina.

Diagnosi di osteocondrosi

Un neurologo diagnostica l'osteocondrosi con i raggi X della colonna vertebrale

La malattia viene rilevata da un neurologo o vertebrologo sulla base dei reclami dei pazienti e dei dati di una serie di esami:

  • Radiografia della colonna vertebrale e del suo segmento separato in due proiezioni;
  • risonanza magnetica (MRI).

Inoltre, il paziente potrebbe aver bisogno di consultare un terapeuta e medici di altre specialità su malattie croniche che possono avere sintomi simili o aggravare il decorso dell'osteocondrosi. Ad esempio, il dolore sotto la scapola e la clavicola può provocare malattie cardiovascolari.


Compresse e vitamine per l'osteocondrosi

Per alleviare il dolore, eliminare gli spasmi muscolari e ridurre l'infiammazione, il medico può prescrivere analgesici sotto forma di pillole e iniezioni. L'uso a lungo termine delle pillole non è consentito, poiché potrebbero svilupparsi effetti collaterali. In conformità con le istruzioni, è possibile assumere farmaci per non più di 5-7 giorni consecutivi, dopodiché sono necessarie altre misure.

Quando le radici nervose vengono schiacciate in varie parti della colonna vertebrale, non solo può verificarsi dolore, ma anche crampi, tensione muscolare. Gli esperti ritengono che questa sia la risposta del corpo al dolore. I miorilassanti sono prescritti per rilassare i muscoli. Secondo le istruzioni, i fondi aumentano il flusso sanguigno periferico, riducono gli spasmi e le convulsioni.

Con la condrosi e l'osteocondrosi, il tessuto cartilagineo danneggiato e i dischi intervertebrali necessitano di un'alimentazione e di un restauro speciali. Per questi scopi, il medico può prescrivere condroprotettori. Tali farmaci richiedono una somministrazione a lungo termine, il corso del trattamento è solitamente di almeno due mesi.

Con l'osteocondrosi, il trofismo dei tessuti di solito peggiora, il paziente può sviluppare emicranie e altre complicazioni. Per migliorare la microcircolazione sanguigna vengono prescritti antispastici e vasodilatatori. I farmaci aiutano a ripristinare il flusso sanguigno capillare, grazie al quale, nel tempo, la sensibilità della pelle viene ripristinata se è stata disturbata.

Per l'osteocondrosi e altre malattie della colonna vertebrale e del sistema muscolo-scheletrico, le vitamine sono prescritte senza fallo. Il più importante di questi è il PP, o acido nicotinico. Il farmaco aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue, assicura il normale corso delle reazioni ossidative e di riduzione nei tessuti.

Oltre alla vitamina PP, il medico può prescrivere retinolo, tocoferolo, vitamine del gruppo B, ecc.

Blocchi per osteocondrosi

Blocco anestetico per osteocondrosi

Se compaiono forti dolori muscolari, che interferiscono con il movimento e influiscono sulle prestazioni di una persona, vengono applicati i blocchi. In questo caso, il medico inietta il farmaco direttamente nella proiezione delle fibre nervose della colonna vertebrale.

Il sollievo dal dolore e dai crampi avviene all'istante, ma questa è una misura temporanea. Il paziente ha bisogno di un trattamento completo che elimini non solo i sintomi, ma anche le cause della patologia. A seconda delle indicazioni, al paziente possono essere prescritte pillole, unguenti, fisioterapia, ecc.


Unguenti che aiutano con l'osteocondrosi

Per mantenere l'effetto dell'uso di compresse ed eliminare il dolore, il medico può prescrivere antidolorifici e unguenti riscaldanti. L'effetto si ottiene migliorando il flusso sanguigno nell'area interessata, ovvero aumentando la nutrizione dei tessuti.

Esistono unguenti antinfiammatori meno aggressivi, il cui farmaco penetra in profondità nei tessuti, sopprimendo i processi infiammatori ed eliminando il dolore.

Quando il processo infiammatorio si è attenuato, è consentito l'uso di condroprotettori sotto forma di unguenti. Nonostante si tratti di farmaci per uso esterno, sono in grado di fermare i processi degenerativi nelle articolazioni della colonna vertebrale. Inoltre, i condroprotettori stimolano la produzione di secrezioni intra-articolari e hanno un lieve effetto analgesico.

Gli unguenti complessi mirano a ridurre l'infiammazione, alleviare il dolore, prevenire la formazione di coaguli di sangue e ripristinare i tessuti danneggiati. Allo stesso tempo, gli unguenti ad ampio spettro vengono solitamente prescritti con cautela, poiché ogni paziente può avere alcune controindicazioni a uno degli effetti di tale rimedio.

Nonostante la disponibilità dei farmaci elencati nelle farmacie, è impossibile acquistarli senza prescrizione medica e automedicazione. Ogni medicinale ha una certa gamma di indicazioni e controindicazioni che devono essere prese in considerazione.

Erbe per bagni curativi per osteocondrosi

Bagni curativi per l'osteocondrosi

La terapia dell'acqua è un ottimo complemento ad altri trattamenti per le malattie delle articolazioni e della colonna vertebrale. I bagni con l'aggiunta di erbe e sale aiutano a ridurre la frequenza degli attacchi acuti di dolore e hanno un effetto rinforzante generale. Puoi aggiungere all'acqua:

  • sale marino
  • estratto di conifere
  • ginepro

Dieta e nutrizione per l'osteocondrosi

Una corretta alimentazione per l'osteocondrosi

Le corrette abitudini alimentari aiutano a prevenire molte malattie. L'osteocondrosi può anche essere causata dall'eccesso di peso. La riduzione del peso corporeo riduce lo stress sulla colonna vertebrale e sul tessuto cartilagineo.

Con l'osteocondrosi, è importante monitorare il contenuto calorico del cibo e dare la preferenza ai prodotti di origine vegetale. Gli esperti raccomandano di mangiare cibi ricchi di oligoelementi come zinco, cobalto, ferro, calcio, magnesio.





Può

È impossibile

Carne e pesce in gelatina di varietà a basso contenuto di grassi, gelatina, brodi di carne a basso contenuto di grassi.

Fritto di carne e pesce, minimarket, carne affumicata, salsicce, bacon.

Latte magro, ricotta, formaggi a pasta dura, porridge di latte.

Panna pesante, panna acida, margarina.

Cavoli, barbabietole, insalate, carote, pomodori, cetrioli, broccoli, peperoni.

Ravanello, rapa, ravanello, sedano, erbe aromatiche.

Pane nero.

Pasticcini, pane di farina bianca e panini.

Bevande a base di latte fermentato, spremute di frutta e verdura fresche, frullati, tisane.

Bevande gassate dolci, tè nero e caffè forti, alcol.

Frutta secca e noci.

Marinate e sottaceti.

Gelatine di frutti di bosco e frutta.

Pasticceria dolce.

L'osteocondrosi è una malattia complessa e difficile da trattare. È meglio consultare un medico ai primi segni di malattia, nel qual caso la terapia prescritta sarà più efficace. Le malattie della colonna vertebrale sono più difficili da trattare in una fase avanzata. Con l'osteocondrosi avanzata, può essere necessario il ricovero in ospedale o persino un intervento chirurgico. Allo stesso tempo, non mollare. La medicina e la farmacologia moderne offrono mezzi sufficienti per garantire che i pazienti con malattie muscoloscheletriche possano mantenere una buona salute e liberarsi rapidamente degli attacchi acuti.